Threat Database Adware Ricette veloci online

Ricette veloci online

Cartoncino segnapunti di minaccia

Classifica: 5,233
Livello di minaccia: 20 % (Normale)
Computer infetti: 93
Visto per la prima volta: September 16, 2022
Ultima visualizzazione: November 16, 2022
Sistemi operativi interessati: Windows

Quick Online Recipes è un'estensione del browser che cerca di attirare gli utenti che fingono di avere la capacità di trovare rapidamente e comodamente ricette alimentari pertinenti, nonché di accedere a vari altri contenuti relativi alla cucina. Tale funzionalità è sicuramente utile ma, sfortunatamente, l'applicazione offre anche ampie capacità adware. In effetti, sembra che Quick Online Recipes si concentri sulla generazione di guadagni monetari per i suoi operatori attraverso la consegna di numerosi annunci intrusivi ai dispositivi degli utenti.

Sebbene adware, browser hijacker e altri PUP non siano considerati malware e non rappresentino alcun pericolo diretto per i computer su cui sono installati, gli utenti non devono sottovalutare i rischi che la presenza di tali applicazioni comporta. In primo luogo, gli annunci pubblicitari forniti potrebbero avere un grave impatto sull'esperienza dell'utente e agire come distrazioni costanti e un fattore di disturbo, impedendo il normale utilizzo del dispositivo.

Ancora più importante, è molto probabile che gli annunci forniti da tali fonti sconosciute e non provate promuovano destinazioni e prodotti software discutibili e persino non sicuri. Agli utenti possono essere presentati annunci pubblicitari per supporto tecnico o schemi di phishing, omaggi falsi, piattaforme di scommesse losche, siti Web per adulti, più PUP mascherati da applicazioni apparentemente legittime, ecc.

I PUP sono anche noti per svolgere funzioni di raccolta dei dati. Queste applicazioni indesiderate possono monitorare silenziosamente le attività di navigazione degli utenti raccogliendo la cronologia di navigazione, la cronologia delle ricerche, l'URL cliccato, l'indirizzo IP, la geolocalizzazione e altro ancora. In alcuni casi, i PUP hanno persino tentato di estrarre ed esfiltrare informazioni sensibili, come nomi utente e password, dettagli bancari, numeri di carte di credito/debito e altro, tentando di accedere ai dati di riempimento automatico dei browser.

Tendenza

Caricamento in corso...