Internet è in via di guarigione dopo un'enorme interruzione in un provider CDN

Ambito di impatto

cdn internet inattivo velocemente Nella giornata di oggi si è verificata un'interruzione del servizio su larga scala in una delle principali reti di distribuzione di contenuti (CDN), che ha interessato i siti Web di agenzie di stampa, giganti del business e istituzioni governative in tutto il mondo. Rapidamente, CDN, la cui piattaforma ha subito l'interruzione, è attualmente al lavoro per implementare una correzione per riportare online i siti Web interessati e ridurre al minimo i tempi di caricamento.

Anche se l'interruzione di Fastly non si è verificata in altri CDN, è stata abbastanza grande da abbattere siti appartenenti ai principali media come The Financial Times, The New York Times, BBC e CNN, solo per citarne alcuni. Inoltre, l'interruzione ha raggiunto anche le autorità statali, i siti commerciali (incluso quello di Amazon) e le popolari piattaforme Reddit, Github e Twitch che hanno mostrato il messaggio "Errore 503 Servizio non disponibile" per più di un'ora martedì mattina. Il fallimento non ha seguito uno schema geografico specifico poiché sono arrivate segnalazioni da vari luoghi sparsi in tutto il mondo. Sebbene la stragrande maggioranza di questi siti sia già di nuovo pienamente funzionante, devono ancora iniziare a caricarsi velocemente.

Non un attacco informatico ma un errore di configurazione?

I funzionari di Fastly hanno assicurato di avere a che fare con un problema in grado di influire sulle prestazioni complessive dei servizi CDN dell'azienda, un componente chiave nella piattaforma di qualsiasi fornitore di contenuti di rete. Tuttavia, se il problema può derivare da un attacco informatico deliberato o meno deve ancora ricevere una conferma ufficiale. Invece, la radice dell'interruzione potrebbe risiedere in un semplice errore di configurazione, come riportato in seguito da Fastly.

Non il primo guasto della CDN, difficilmente l'ultimo

Poiché l'intero World Wide Web sta lentamente diventando dipendente da una manciata di CDN, ci sono tutte le prospettive di future interruzioni del servizio di dimensioni simili. Prima della debacle di Fastly, ci sono state numerose occasioni simili. Eppure, due di loro sembrano essere eccezionalmente notevoli. L'anno scorso, Cloudflare ha subito un calvario simile dopo il malfunzionamento di un elemento critico dell'infrastruttura tra i data center di Newark e Chicago. Il problema tecnico ha isolato altri 20 data center lungo la linea, bloccando ampie porzioni di Internet su entrambe le sponde dell'Atlantico per mezz'ora. Nel 2017, i problemi con i servizi di hosting AWS di Amazon hanno portato l'intero Web sulla costa orientale degli Stati Uniti per almeno alcune ore prima di tornare in pista.