Cyber Crook ucraino responsabile di milioni di annunci dannosi portati alla corte del New Jersey

campagne malvertite ucraine Young Ukranian Oleksii Ivanov, 31 anni, è stato arrestato nei Paesi Bassi nel ottobre 2018 a seguito di un indagine internazionale condotta dal servizio segreto americano, dalle forze del ordine olandesi e britanniche. Ivanov, insieme ai suoi co-cospiratori, è accusato di condurre campagne di malvertising su Internet durante le quali sono stati consegnati oltre 100 milioni di annunci malevoli agli utenti di tutto il mondo. Il presunto criminale informatico è stato estradato negli Stati Uniti ed è apparso dinanzi al tribunale nel New Jersey al inizio di maggio 2019.

La frode informatica ha coinvolto una serie di aziende false

Secondo i documenti del caso, il regime fraudolento guidato dal Ucraina ha operato tra ottobre 2013 e il maggio 2018, per cui in quel periodo Ivanov gestiva diverse società false attraverso le quali lui e i suoi complici distribuivano pubblicità corrotte su siti Web legittimi. Dopo aver registrato una falsa compagnia, Ivanov ha acquistato spazio pubblicitario dalle reti pubblicitarie e poi ha distribuito annunci con codici maligni che reindirizzavano gli utenti verso siti Web che propagavano il malware.

come funziona il malvertising

Ogni volta che le reti pubblicitarie interessate scoprivano la campagna di malvertising e chiedevano a Ivanov una spiegazione, negava qualsiasi coinvolgimento nelle cattive pubblicità. Se la rete pubblicitaria sospendeva account della società, si limitava a registrare una nuova società e continuare con la frode. La maggior parte delle aziende false sono state registrate nel Regno Unito. Nella loro interazione con le reti pubblicitarie, Ivanov e i suoi co-cospiratori hanno usato identità fasulle per non rivelare i loro veri nomi. I pubblici ministeri statunitensi affermano inoltre che il gruppo di hacker ha costruito una botnet di malware insieme a gestire le campagne di malvertising.

Questo è il secondo principale piano antifrode degli annunci, incrinato dalle autorità statunitensi

arresto di Ivanov fa parte di una grande campagna delle autorità statunitensi contro la frode pubblicitaria. Nel dicembre 2018, FBI ha smantellato 3VE - un altro gigantesco schema di pubblicità malevola che ha generato milioni di dollari USA per i suoi operatori da visualizzazioni e clic di annunci falsi. Sempre nel 2018, i ricercatori della cibersicurezza hanno scoperto un altra rete criminale chiamata Zirconio che, proprio come Ivanov, gestiva agenzie pubblicitarie fittizie che affittavano spazi pubblicitari su siti Web legittimi. Di recente, il malvertising è in aumento e altri gruppi di malvertising noti che si rivolgono agli utenti statunitensi sono VeryMal, ScamClub e eGobbler.