Come risolvere i problemi di Google Chrome su Mac

Google Chrome è di gran lunga il browser Web più utilizzato in circolazione e per una buona ragione. Nel tempo, tuttavia, quello che una volta era un browser veloce, snello ed efficiente si è trasformato in un divoratore di risorse che può incorrere in una serie di problemi. Il browser potrebbe iniziare a subire rallentamenti, arresti anomali, blocchi, ecc. Per gli utenti di laptop, c'è anche il consumo della batteria, che è rimasto un problema serio anche dopo diverse patch di ottimizzazione che hanno fornito miglioramenti considerevoli. Per alleviare ulteriormente alcuni dei problemi associati a Chrome su sistemi Mac, gli utenti possono seguire i suggerimenti descritti di seguito.

Per ridurre lo sforzo sulla batteria del tuo laptop, inizia identificando qual è il più grande maiale di risorse tra le estensioni e le schede di Chrome. Apri Chrome, scegli l'opzione "Finestra" nel menu in alto e fai clic su "Gestione attività". Ora seleziona la colonna Impronta di memoria per ordinare gli elementi visualizzati. Sfoglia i siti e le estensioni elencati, vedi quali occupano più memoria e chiudili. Tieni presente che, sebbene tu possa ancora visitare questi siti Web, potresti non voler tenere le loro schede aperte tutto il tempo.

Se il tuo Chrome funziona lentamente o spesso si blocca, potrebbe essere utile svuotare la cache del browser. Si tratta di piccoli file che facilitano la navigazione più veloce ma possono accumularsi per un periodo prolungato e iniziare a causare problemi se il tuo Mac sta esaurendo lo spazio, soprattutto. Per eliminare manualmente i file della cache di Chrome, apri il browser e scegli "Chrome" dal menu in alto. Seleziona "Cancella dati di navigazione" dalle opzioni disponibili e seleziona gli elementi che desideri eliminare. Consigliamo di scegliere almeno la cronologia, la cache e i cookie. Quando sei pronto, fai clic su "Cancella dati". Tieni presente che ciò potrebbe reimpostare le informazioni che sono state salvate nel browser in precedenza, quindi potrebbe essere necessario inserirle di nuovo la prossima volta che visiti il sito Web associato.

Un'altra opzione che gli utenti segnalano di averli aiutati a ridurre il consumo di energia di Chrome è disabilitare la sincronizzazione in background. Apri Chrome ancora una volta e vai al menu "Impostazioni" (l'icona a tre punti nell'angolo in alto a destra della finestra dell'applicazione). Ora seleziona "Privacy e sicurezza" e poi vai su "Impostazioni sito". Naviga tra le opzioni e fai clic su "Sincronizzazione in background". Non resta che utilizzare il cursore per disabilitare l'opzione.